8 marzo 2015

Non sono una persona felice...

Eh si ne ho preso coscienza. Non sono una persona felice. Non lo sono mai stata. Ho sempre avuto un vuoto dentro che non mi ha permesso di vivere il "momento". Mi sono sempre preoccupata dell'ieri, del domani, degli altri...di cio' che pensavano e come mi vedevano. Ma il vuoto non si è mai riempito.
E' come se il mio vuoto appartenesse ad altre vite. E lo avessi accumulato nei secoli. Un vuoto cosmico. Ho sempre pensato fosse mancanza di amore. Ma... in fondo sono stata amata. Certo amata
come ognuna delle persone che sono state nella mia vita sapeva amare. Ma nessuno mi ha amata come avrei voluto IO essere amata. E continuo ad essere amata ma Non come vorrei essere amata.
Non riesco a godere del momento, dell'oggi. In fondo sono una persona normale, mediamente colta, in salute, compatibilmente con la mia età, apparentemente serena ma in fondo sempre scontenta.
Cosa manca? cosa mi manca? Mi viene in mente una canzone di Mina...Cosa manca a questo amore che non riesce a diventare grande, che nell'aria non si spande...questo amore misurato, mai insipido e mai salato, ne' troppo ne molto ne acqua ne fuoco....

E' da tantissimo che non scrivo. Il vuoto dentro si è talmente tanto allargato da diventare una voragine che ha inghiottito e sta inghiottendo tutto, passioni, idee, stimoli e follie...Le vicissitudini della vita mi hanno atterrata e forse sono anche state causate dal perenne vuoto. Che non so come colmare. Il problema è che potrei rendere infelici le persone che cercano di starmi vicine, ma io non posso farci nulla. E non so come aiutarmi.
Perenne insoddisfazione cronica. Vasta tanto quanto è vasto l'universo conosciuto ed anche di piu'.
A volte penso d'impazzire. Vorrei essere diversa ma non trovo un gancio a cui appigliarmi nè fuori nè dentro.
Prima (per prima intendo negli anni passati) recuperavo, alzavo la testa e continuavo per la mia strada
senza farmi domande e senza cercare di chiarire quello che mi succedeva e che mi porto dietro dalla nascita. Adesso forse complice l'età non piu' verde ho cominciato a pormi tante domande,
E mi sento come un pozzo asciutto...



Nessun commento:

Posta un commento