1 novembre 2012

La festa dei Morti...

1 Novembre 1967.
Ho dieci anni ed abito a Palermo al secondo piano senza ascensore in un palazzo del centro storico.
Domani sono i Morti e già per strada si sente l'aria festosa e profumata di vaniglia. La festa dei morti o commemorazione dei defunti non è una festa triste. Noi bambini l'aspettiamo tutto l'anno perchè a chi è stato buono le anime delle persone defunte portano dolci e regali. Nella mia famiglia ancora non abbiamo perso nessun parente, tranne il nonno paterno e materno, morti prima che io nascessi e non sono mai entrata in un cimitero.  Ho ancora le nonne. Ma spero in qualche parente che magari non ho conosciuto perchè deceduto prima della mia nascita.
Desidero un paio di Pattini a rotelle e spero tanto di venire esaudita. Devo stare tranquilla e buona altrimenti non ricevero' nulla. Ai bambini cattivi di notte i defunti grattano i piedi con una grattuggia.
Sogno i miei pattini e li desidero con tutta me stessa. La giornata trascorre lenta ma con un filo di eccitazione che serpeggia rendendo l'aria elettrica. Dopo cena mio papa' e mia mamma escono per fare una passeggiata e noi bambini andiamo a letto dopo aver visto carosello. Io sono la piu' grande di quattro figli. Mia sorella ha nove anni.

28 ottobre 2012

La chiamavano Italia di Alex Di Maio

NO amici tranquilli non hanno ancora cambiato nome al nostro Stivale, anche se da come vanno le cose si ci puo' aspettare di tutto e di piu'. "La chiamavano Italia" è lo spettacolo teatrale di un giovane artista emergente. Alex di Maio.
Già musicista con parecchi spettacoli al suo attivo, coraggiosamente adesso si cimenterà con un monologo scritto e da lui intepretato in uno spettacolo che promette essere il successo della stagione teatrale
2012-2013.
"LA CHIAMAVANO ITALIA" racconterà con divertente leggerezza le pesanti verità del nostro paese, attraverso una storiella metaforica estrapolata dalla famosa canzone napoletana "Tmmuriata Nera"….
Al monologo recitato si alternano brani italiani cantati e suonati al pianoforte tra i più famosi ed amati degli ultimi 70 anni.

13 ottobre 2012

Anniversario...

Il 13 Ottobre del 1956 Armando e Maria coronavano un fidanzamento durato 9 anni. Conosciutisi nell'immediato dopoguerra tra loro era subito scattato amore a prima vista e nonostante gli alti e bassi causati dalle intemperanze di Armando, la pazienza di Maria vinse e alla fine dopo mille peripezie si sposarono. Il loro frequentarsi non fu felice nè semplice a causa delle famiglie che non vedevano i due di buon occhio.
La famiglia di Armando tollerava a malapena Maria e la famiglia di Maria tollerava a malapena questo giovane ricco solo della sua prestanza e delle sue capacità. La loro vita non fu facile ma loro riuscivano a ritagliarsi momenti di preziosa serenità. Il buon carattere, la solarità e la

12 ottobre 2012

A chi...

 
 
Dedicato
A chi... non mi sopporta,
A chi ...mi ha cancellato dalla sua vita
A chi ...mi ha cancellato da Facebook
A chi... ha cancellato il mio numero di telefono
A chi... non sa piu' nulla di me
A chi... non mi chiede mai come sto
A chi... non si è mai preoccupato di cosa penso e cosa provo
A chi... mi ha usata
A chi... ha tradito la mia fiducia
A chi... ha detto di volermi bene tranne poi tramutarlo in indifferenza
A chi... mi ha trattato male ferendomi senza scrupoli
A chi... ha creduto di potere avere il mio corpo senza preoccuparsi del mio cuore e della mia anima
A chi... ha pensato di potere possedere la mia mente
A chi... ha ignorato il grido di aiuto della mia anima
A chi... ha sottovalutato la mia intelligenza
A chi... mi ha creduto forte
A chi... mi ha creduto FALSA
A chi... non si è mai fidato di me
A chi...non ha capito
A chi...


Con tanto, tanto, tantissimo amore

by rox



11 ottobre 2012

Scriviamo un libro?

Ho deciso di cominciare a scrivere seriamente. E visto che viviamo un epoca di confusione materiale e spirituale in attesa di questo benedetto "risveglio" mi piacerebbe scrivere d'amore...
Ma non una melensa storia classica a lieto fine nè un libro solo a sfondo erotico anche se magari tirerebbe molto di piu' ma vorrei utilizzare l'argomento Web.
Insieme a tutti voi.
Cioè mi spiego meglio.

6 ottobre 2012

Non posso stare zitta...

...a chi piaccia o no...è impossibile stare zitta assistendo a tutto quello che sta succedendo.
Avevo affermato che non volevo nè avrei mai piu' parlato del fenomeno Italia in questo mio Blog ma non è possibile .
Lo sapevo che sarebbe finita cosi' ma ancora il peggio deve arrivare. E la colpa è nostra. La colpa è di ogni singolo cittadino. Perchè chiederà qualcuno?
Si, di ogni singolo cittadino, perchè nessuno di noi ha da anni l'ideale di Patria. L'ideale di Patria si esprime solo quando undici marionette superpagate corrono in un campo stupidamente rincorrendo un pallone. Questo è l'ideale di Patria di noi Italiani. Noi Italiani che distribuiamo voti solo per avere in cambio un favore, un posto di lavoro, un beneficio, senza sapere e senza la cultura sufficiente per capire chi stiamo mettendo al potere e a chi stiamo consegnando la nostra vita.
In questi giorni migliaia di studenti

4 ottobre 2012

Non dire stronzate Rox...

Uscire di scena? Io? Ma manco morta...e neanche il quel caso perchè trovero' il modo di allietare o infastidire gli umani. Pausa? Ma che pausa...Ma non dire stronzate Rossella...E chi ha il tempo? La vita bisogna prenderla a morsi, abbracciarla, viverla, amare, odiare, gioire...come si fa ad essere in crisi con una giornata come questa? Il cielo è azzurro, il mare è blu ed è una tavola. Una lieve brezza fa ondeggiare le tende e mi sono svegliata piena di energia e carica di Progetti...
Ho una marea di progetti che premono nella mente. Ringrazio per cio' che ho vissuto. Ringrazio il Passato e lo lascio andare, ringrazio mia madre e mio padre per cio' che mi hanno insegnato e per l'amore di cui ho goduto a piene mani e li lascio andare. Non li dimentichero' mai ma so che li ritrovero' un giorno.
Ringrazio tutti quelli che mi hanno amato e che ho amato, ringrazio chi mi ha ferito, chi mi ha odiato, chi mi ha ignorata. Li ringrazio perchè mi hanno aiutata a crescere e a diventare la donna che sono. Una donna eccezionale.
Cosa mi manca? Nulla.

3 ottobre 2012

Esco di scena...

Sono le 5 del mattino e non sono riuscita a dormire neanche un minuto. La testa mi scoppia e vorrei uscire in giro per la città ma sono a piedi e non sarebbe "salutare". Ho preso una decisione importante.
Ho amato questo Blog come una cosa preziosa e mi è stato compagno di sfogo in momenti neri ma molto neri ma adesso non posso piu'...non ci riesco...mi sembra tutto stupido ed inutile ed ho deciso che...

Esco di scena...vado via...per quanto non so...
Forse per un po', forse per sempre...non so...

Non lo chiudo ma per il momento non posso piu' scrivere...

Sono stanca. Stanca di vivere senza vivere. Stanca di rapporti superficiali. Stanca d'inseguire un sogno. Stanca di inseguire una vita decente in un paese che fa acqua da tutte le parti anche se l'acqua in realtà manca in tre quarti del Paese. Stanca del Web e delle sue falsità. Stanca di rapporti virtuali senza costrutto e senza voglia di costruire. Stanca di non aver piu' niente per cui e con cui ridere. Stanca di piangere. Stanca della mia solitudine mentale e fisica. Mortalmente stanca.
Sarebbe facile fingere una allegria non vera ed  E' molto facile mostrarsi per quello che non si è....Ma a cosa serve?  Io sono stanca di cose finte. Di rapporti finti. Di persone finte. Di frasi e sorrisi finti.
Del resto non vendo nulla, non ho piu' nulla da dire, non cinguetto, non sbatto le ciglia, non mostro le tette, non mi drogo, non faccio sesso orgiastico sono fuori da tutto cio' che sul web fa audience. Sono una persona normale  non  sono Bigotta e  chiamo le cose con il loro nome.

Voglio provare ad uscire da questo tunnel cominciando a piccoli passi in una vita,  la mia vita, che ho perso di vista da troppo, troppo tempo.
Ma per tutto cio' devo ritrovarmi perchè Non so piu' chi sono nè cio' che voglio.

Ma so con sicurezza cio' che non Sono nè voglio Essere nè Saro' mai . Una Puttana senza scrupoli.

Spero di riuscirci. Altrimenti non mi resta che...uscire di scena definitivamente. Prima che il Tempo mi finisca, Lo finisco io il Tempo.

1 ottobre 2012

La casa degli spiriti

....La gente camminava in silenzio. D'improvviso qualcuno grido rocamente il nome del Poeta ed una sola voce a piena gola rispose Presente! ora e sempre! Fu come se avessero aperto una valvola e tutto il dolore, la paura e la rabbia di quei giorni fossero usciti dai petti e circondassero la strada e salissero in un terribile clamore fino ai neri nuvoloni del cielo. Un altro grido' Compagno Presidente! E tutti risposero in un unico lamento pianto di uomo: Presidente!

30 settembre 2012

Lettera a Dio. Non so pregare...

Mio Dio ti prego...
io non so pregare e molto spesso mi dimentico di te ma so che Tu mi ami  e Tu non ti dimentichi di me anche se io vivo con questa sensazione.
Ti prego aiutami. Io da sola non c'è la faccio. Ti prego fammi sentire che ci sei. Fammi sentire che ci sarà anche per me la serenità a cui ho diritto. Fa che io riesca ad aprire gli occhi e possa riuscire a vedere chi mi ama e non farmi seguire sogni assurdi e false illusioni. Dammi la forza di vivere al meglio la vita che mi hai regalato e fammi capire cosa vuoi che io faccia. Fa che io possa essere me stessa e che io possa essere accettata anche se non capita. Apri il mio cuore al Tuo Amore.
Fammi per favore capire quale è il mio compito affinchè

27 settembre 2012

Il buco nel cuore

Negli ultimi anni della sua malattia mio padre non poteva piu' camminare velocemente e poichè la sua patologia respiratoria gli impediva  di parlare bene non poteva gridare per chiamarmi da una stanza all'altra.
A volte mi raggiungeva con la sua carrozzina a motore ma se era a letto per chiamarmi avevamo escogitato lo squillo al cellulare.
Il mio cellulare stava acceso giorno e notte e se lui aveva bisogno di me mi faceva lo squillo ed io correvo. Il cellulare era sempre con me dovunque andavo e nn potevo piu' farne a meno.
Mi è rimasta questa abitudine anche se adesso è fastidiosa perchè molto spesso vengo svegliata da telefonate inutili ed è inutile perchè chi chiama puo' aspettare. Non c'è piu'

23 settembre 2012

Farfallette al Salmone. Un primo semiestivo.

Un piatto superveloce e dal costo contenuto ma di sicuro successo sia che siate soli e vogliate coccolarvi, sia che abbiate ospiti e nn vogliate cucinare cibi complicati.
Ingredienti per 4 persone:
Una busta di ritagli di salmone affumicato.
500 gr. di Farfallette
Mezza cipolla
1 busta di panna
un cucchiaino di concentrato di pomodoro Cirio
Burro q. b
Un vasetto di uova di lompo colore rosso

21 settembre 2012

Un giorno...Una Vita

I pensieri vanno...e mi vengono in mente le cose piu' assurde...
Un giorno se ci facciamo caso è pari ad una vita...
Il mattino...la nascita e la fanciullezza...tante cose nuove da vivere...tante esperienze ancora da fare nell'arco della giornata...la speranza di un giorno intero da vivere...
Il sole sorge e la vita comincia...
Il pomeriggio...la maturità e la consapevolezza delle scelte già fatte...un quarto della giornata è già trascorsa...la soddisfazione o l'insoddisfazione dipendono dalle scelte fatte...e l'insoddisfazione si stempera nella speranza per una serata ancora tutta da vivere...

19 settembre 2012

L'amore è sempre nuovo...


L'amore è sempre nuovo. Non importa che amiamo una, due, dieci volte nella vita: ci ritroviamo sempre davanti ad una situazione che non conosciamo. L'amore puo' condurci all'inferno o in paradiso, comunque ci porta in qualche luogo. E' necessario accettarlo, perchè esso è cio' che alimenta la nostra esistenza. Se non lo accettiamo, moriremo di fame pur vedendo i rami dell'albero della vita carichi di frutti: non avremo il coraggio di tendere la mano e di coglierli. E' necessario ricercare l'amore là dove si trova, anche se cio' potrebbe significare ore, giorni, settimane di delusioni e tristezza.
Perchè, nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore, anche l'amore muove per venirci incontro, e ci salva...






(Paulo Coelho. Sulla sponda del Fiume Piedra)

Girasole...allegria ed orgoglio.


Chissà come deve essere stare immersi in un campo di Girasoli, fiori che captano i raggi del sole e li seguono durante tutto il giorno, lanciando un messaggio molto chiaro: Segui sempre la Luce. Chissà che carica energetica si riceve respirando ed immergendosi in un campo di Girasoli. Non sono tra i miei fiori preferiti anche perchè non ne ho mai visto uno dal vero ma senza dubbio adoro un dipinto che li rappresenta: 
I Girasoli di Van Googh. 
Artista che ne fece tema ricorrente nei suoi dipinti. 
Il significato dei fiori di Girasole, nel linguaggio dei fiori, è di Allegria e Orgoglio. 

Il Girasole ha origini antiche: nell’America settentrionale sono stati trovati resti di questo fiore che risalgono a tremila anni prima di Cristo. Gli Indiani d’America lo consideravano una pianta sacra in quanto consentiva all’uomo di farne molteplici usi. In Perù è l’emblema

18 settembre 2012

Un goccio di vino...

Non mi piacciono gli effetti che da l'alcool e che sono di solito il motivo per cui la gente beve. Oltretutto sono quasi astemia e gli alcolici se non ben dosati mi fanno un brutto effetto. Sensazione di calore, voglia di piangere, tristezza, loquacità eccessiva ed amara. Ma stasera sentendomi già cosi' e sapendo che peggio di cosi' non è possibile ho deciso di concedermi un goccio di vino. Certo bere da soli non è il massimo ma il vantaggio è che se mi ubriaco sono con me stessa, unica persona di cui mi fido ciecamente.
Ho scovato in un armadietto un Nero D'Avola,

Pasta al Forno Siciliana...almeno una volta nella vita...

Per una volta nella vita si dovrebbe mangiare una bella porzione di Pasta al Forno alla Siciliana.
Riconcilia con la vita e puo' benissimo essere considerato come pasto unico. 
Prerogativa delle nonne che la riservavano come primo piatto della domenica e delle feste comandate oggi viene venduta porzionata in tutti i negozi di gastronomia. Ci sono innumerevoli varianti della pasta al forno, una per ogni provincia siciliana, versioni con le uova sode, con le polpette...ma la versione della mia famiglia è semplicissima...
ed è concepita in maniera tale da potere essere pasto unico ma abbastanza digeribile da consentire di potere mangiare altre cose al pasto.
La Pasta Al Forno tipica Siciliana si prepara con i famosi anelletti,

15 settembre 2012

Non c'è limite...


Per essere quello che vuoi essere
Non c’è limite di tempo, comincia quando vuoi.
Puoi cambiare o rimanere come sei,
non esiste una regola in questo.
Possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio.
...
Spero che tu viva tutto al meglio.
Spero che tu possa vedere cose sorprendenti.
Spero che tu possa avere emozioni sempre nuove

Non Lamentarti...



Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
né attribuirlo agli altri.

Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno è così terribile per cedere.

Non dimenticare
che la causa del tuo presente è il tuo passato,

11 settembre 2012

11 settembre 2001

Sono trascorsi undici anni.
Ricordo quel giorno come fosse ieri. Mi trovavo in ufficio e stavo svolgendo il mio lavoro (ero contabile in un grande ipermercato) mentre il mio collega smanettava su Internet. Ad un certo momento mentre navigava in un sito di notizie apparve il video in diretta del primo aereo contro le "Torri" di New York mentre contemporaneamente mi chiamava mio padre al telefono. Stava seguendo il notiziario, letteralmente sconvolto per cio' che stava succedendo...

Sono trascorsi undici anni.
Stamattina mi sono svegliata strana e un po' triste e poi mi sono ricordata...

7 settembre 2012

La patente

Chissà forse ho sempre avuto in me la percezione riguardante La Legge d'Attrazione perchè riuscivo a visualizzare e addirittura sognavo cio' che desideravo e questo accadeva...
Sono sempre stata una persona indipendente, maledettamente timida ma indipendente. Chissà forse mi sentivo in competizione con il desiderio del papa' che mi voleva figlio maschio come primo figlio o forse c'erano in me i germi di una ribellione che è durata parecchi anni.
Non m'iscrissi a scuola guida come facevano tutti e  per non pesare e non chiedere finanziamenti ai genitori preparai la mia bella documentazione e mi presentai da esterna agli esami di Teoria. Esami che superai brillantemente, Un bel successo per una ragazzina che non capiva a cosa servissero le marce.
I problemi sopraggiunsero con la guida. In sogno avevo guidato innumerevoli volte ed avevo macinato chilometri, con l'immaginazione e la teoria ero meglio di Schumaker

31 agosto 2012

Non solo fatti miei

Un mio amico ha sempre giudicato questa mia mania di scrivere e raccontare i fatti miei e sostiene che bisognerebbe avere il pudore di non sbandierare i fatti propri ai quattro venti ed evitare di farli leggere o raccontarli a chi potrebbe giudicarci o ancora peggio usarli contro di noi . Non sono d’accordo.
Io credo che chi teme di esporre i propri sentimenti e le proprie vicissitudini, in realtà abbia paura di essere “conosciuto”, non riconosciuto ma esattamente conosciuto. Chi non parla di se e non si espone lo fa per non correre il rischio di trovarsi coinvolto con altre anime. Credo sia un comportamento infantile ed egoistico, usato perlopiu’ da chi ha l’armadio pieno di scheletri che puzzano, anche se molti lo rivestono con il termine di “riservatezza”.
Molte persone usano l’arma della “riservatezza” come la definiscono loro. La usano per non rivelarsi perchè non rivelandosi non si assumono responsabilità

28 agosto 2012

Domenica a Villa Giulia. Palermo 1965

Sembrava l’avessero messa apposta li’ per noi bambine, quella piattaforma di cemento, un bellissimo palcoscenico dove potere ballare.
Ballavamo il twist, io avevo sette anni e mia sorella sei. Ballavamo il twist mentre mio papa’ ci filmava con la sua inseparabile 8 mmillimetri.
Il mio fratellino invece scorazzava con la sua macchinina. Una bellissima macchinina a pedali, rossa fiammante.
Era il rito della domenica, un papa’ assente che si riscattava portando in giro le scimmiette mentre mamma preparava in santa pace il pranzo della domenica. Poi dopo avere ballato, giocato, corso a perdifiato, in quella bellissima Villa Giulia, si rientrava a casa, dopo essersi fermati in pasticceria per i dolci.
Ed il pranzo era una festa.
Adesso non c’è piu’ nulla. Io non ho famiglia. I miei fratelli sono sposati. Mia mamma e Mio papa’non ci sono piu'
E non ho nessuno con cui perpetuare le tradizioni. Mi sono solo rimasti dei vecchi filmini…e dei ricordi che pian piano scolorano…
Ma ringrazio Dio di avere avuto tutto questo...la solidità di una famiglia piena d'amore...ringrazio Dio per cio' che ho vissuto e per la persona che sono grazie a cio'...GRAZIE

26 agosto 2012

Virtualità

Un messaggio, un nome, una foto, un flash.
Uno scambio di messaggi. La mente si accende. Il cuore batte piu’ forte. L’attrazione ….. Non ti era mai capitato.
Trovarsi come per caso. Vibrazioni che vagano nell’etere e sfidano le distanze.
Lo stupore di sentirsi riconosciuti e di riconoscersi come persone note.
Vorresti illuderti che finalmente si, che finalmente c’è qualcuno che ti capisce e con cui è terribilmente facile entrare in sintonia.
Vorresti tanto lasciarti andare E farti sommergere dalla marea di sensazioni ed annegare…ma non puoi, la tua razionalità te lo impedisce….
Perchè non è reale …è tutto virtuale…è la Chat…e quello che ti sembra potrebbe non essere...

Ma anche qui i miracoli potrebbero accadere...

22 agosto 2012

Ricordi Felici. Feste in Famiglia

Si cominciava a Novembre…San Martino era la festività d’apertura e si dava la stura alla maratona natalizia che culminava nell’Epifania.
Ci si riuniva ogni domenica e si faceva a gara per organizzare in una casa o nell’altra …e non ci si doveva dimenticare della tombola con i relativi fagioli su cui sonnecchiavano gli anziani di famiglia.
Noi bambini avevamo una stanza tutta per noi ed anche a tavola ci apparecchiavano un tavolino tutto per noi con amichetti e cuginetti e non disturbavamo neanche per idea. I grandi discutevano, mangiavano, raccontavano barzellette ed alla fine del pasto il cicaleccio delle donne si mescolava all’acciottolio delle stoviglie ed al rumore dello schiaccianoci sui duri gusci di mandorle e nocciole.
Le portate comprendevano i cibi ed i dolci della tradizione che oggi non hanno piu’ lo stesso sapore.
Anelletti al forno, bruciuluna (nda una specie di rolle’ di carne di vitello farcito cucinato nel sugo di pomodoro), broccoli alla pastella, capretto al forno, macedonie di frutta, cassate, cannoli e uccidati (buccellati- pasta frolla con conserva di fichi e mandorle) sapevano di mamma e famiglia.
Nessuno riposava e nessuno si sognava di andare via con gli amici e lasciare la famiglia riunita e a fine pasto, dopo il caffè, si giocava a tombola, a mercante in fiera, a sette e mezzo…

20 agosto 2012

La Vespa 50. Meravigliosi anni 70

Bisogna lasciare andare il passato e dimenticare i ricordi tristi ma se i ricordi sono felici aiutano a vedere il presente ed il futuro da una diversa ottica.
Non ho mai desiderato qualcosa come ho desiderato la Vespa a 16 anni. Un desiderio ardente. Avevo avuto uno Ciao, un ciclomotore simile a quello che oggi è una bicicletta elettrica, ma non mi bastava e poi…feci la sciocchezza di prestarlo a mio fratello che dopo averlo usato, preso da raptus “meccanistico” me lo restitui…a pezzi dentro due sacchetti di plastica…smontato bullone per bullone… Non avevo mai visto uno Ciao cosi’ smontato…quello che provai non potete immaginarlo, fu uno dei primi shock della mia vita. E rimasi a piedi…
Desideravo la Vespa e fui quasi contenta per questo…chiamiamolo incidente…con il senno di poi direi che l'Universo ha i suoi tempi ed i suoi modi...
Me la sognavo la notte…mi sognavo la mia bellissima Vespa Special, con il faro quadrato, bianca e lucente e finalmente… una sera…

16 agosto 2012

Un Blog come Terapia


Non so quando è cominciata questa mia mania di scrivere. O forse lo so. Infatti andando indietro con la mente,  ho sempre avuto la predisposizione a riversare sulla carta i miei stati d’animo. Allora usavo questo metodo nelle delusioni amorose e qualche lettera è ancora conservata nella cassettina dei ricordi di chi l’ha ricevuta.
Da sempre ho scritto, da sempre ho riversato sulla carta le mie lacrime e la mia rabbia;  la gioia e la felicità no perchè quando ero felice e gioiosa vivevo la felicità e non avevo bisogno di scriverla.
Usavo il quaderno come una amica. Ed in fondo ero l’amica di me stessa perchè scrivendo di getto e poi rileggendo anche a distanza di giorni mi rendevo conto dei miei errori o delle mie esagerazioni.
E mi consigliavo.
Ho sempre espresso i pensieri esattamente come si presentavano e scrivendo potevo esprimere tutto cio’

12 agosto 2012

Libidine e Trasgressione

Si potrebbe fare un romanzo sui termini Libidine (lett. appetito disordinato di lussuria ed altra cosa) e Trasgressione. Spesso si usano a sproposito e quasi sempre legati al sesso, ma trasgredire libidinosamente lo si puo’ fare in tanti modi.
La giornata è caldissima, le persiane socchiuse lasciano fuori il riverbero accecante del sole e mantengono in casa una piacevole frescura, tutto è silenzio nelle ore che precedono il pomeriggio e si sente lontano il frinire di una cicala, in qualche angolo verde che ancora impavido resiste all’invasione del cemento. Non mi va di fare nulla, impigrita e indolente, ho in mente soltanto la mia trasgressione, cerco di scacciarla e resistervi ma imperiosa tortura la mente. D’improvviso mi decido e faccio “quella” telefonata…

30 maggio 2012

Vulcano Marsili. Una Bomba ad orologeria nel Mar Tirreno.

Prendendo spunto dal terremoto in Emilia Romagna e leggendo qui e la sul web, mi sono resa conto che la situazione potrebbe essere piu' grave di quello che i media dicono.
Si parla solo ed esclusivamente degli aiuti alle persone che hanno perso la casa ma non si parla assolutamente della reale situazione in Italia e di quello che potrebbe succedere in qualsiasi momento. La nostra nazione ha una bomba ad orologeria situata nel Mar Tirreno, bomba ad orologeria che puo' esplodere da un momento all'altro visto che dagli studi che si stanno effettuando,  le sue pareti si stanno assottigliando: Il Vulcano Marsili.


26 maggio 2012

Perchè?

Sto assistendo in questo istante all'edizione delle 13,30 del Tg1 e come al solito si lamenta la situazione delle persone rimaste senza casa a causa del terremoto che ancora in essere, sta minando la stabilità psica e fisica di tutti gli abitanti in Emilia Romagna.
Ricordo quello che successe per il terremoto in Abruzzo. Ricordo l'enorme tam tam che si fece sulla rete. Ricordo la solidarietà e l'intervento immediato delle Istituzioni. E credo che lo stesso non si stia facendo per l'Emilia Romagna. Come al solito in Italia due pesi e due misure. E dire che l'Abruzzo in quanto zona sismica è abituato ai sommovimenti del terreno mentre lo stesso non si puo' dire dell'Emilia, dove non si verificava un evento simile da tanti anni.
Quale è la differenza tra le due regioni?

23 maggio 2012

Non contro la Guerra ma a favore della Pace...

Questo affermava Madre Teresa di Calcutta dicendo: Non invitatemi mai ad una manifestazione contro la guerra ma se ne organizzate una a favore della Pace Invitatemi. Questo è anche un principio della Legge di Attrazione
per cui non bisogna focalizzarsi e chiedere cio' che non si vuole ma desiderare fortemente e chiedere cio' che si vuole.
Si parla tanto di Energia, energia creatrice e da cui sono state create tutte le cose. Dio Padre,

22 maggio 2012

Strani Amori

In cammino come un viandante o un pellegrino verso l'Amore.  Amore che avevo perso con mia madre,
che pensavo di NON avere con mio padre e che cercavo in giro. Ma avevo le idee chiare. Non mi interessavano le storie di sesso e rifuggivo le storie clandestine. Avevo bisogno di AMORE TOTALE.
Profondo e disinteressato e lo cercavo fuori da me. Un amore che mi ponesse al centro del suo
mondo e dei suoi interessi. Ma non mi amavo abbastanza, mi sentivo in colpa,

18 maggio 2012

In viaggio...

Il mio viaggio comincio' nel 1994. Un evento imprevedibile e irrimediabile sconvolse la mia vita facendomi perdere certezze e la beata incoscienza di chi si sente "in una botte di ferro"...

17 maggio 2012

Senza falso pudore...il cuore vince sul cervello...

Ho sempre, forse ingenuamente, considerato il web come una grande Comunity, quasi una famiglia dove ognuno esprimendo anche a volte le proprie idee discordanti con i piu', si stringesse pero' attorno per solidarietà con chi di volta in volta lanciava richiami d'aiuto.
Ho letto post di tutti i generi e richieste di tutti i generi. Ma mi sono resa conto con dolore che se sei un gattino o un cagnolino abbandonato o che non puo' mangiare ricevi amore e solidarietà mentre se sei un umano la gente diffida.
C'è indubbiamente  qualcosa di patologico in tutto cio'.  Perchè un essere umano puo' essere pui' vulnerabile di un cucciolo abbandonato. E non si possono amare gli animali se nn si amano gli esseri umani e se ogni persona si preoccupasse

9 maggio 2012

L'ultima volta...

Questa sarà l'ultima volta che scrivero' di Italia e degli imbroglioni che la governano. Voglio parlare di altri argomenti e francamente comincio a fregarmene. Non posso fare l'unica voce nel deserto a costo di essere definita qualunquista. Faro' i miei interessi in qualunque modo anche illecito se ne avro' l'occasione visto che lo Stato di cui sono cittadina se ne frega di me e di tanti come me. 
L'ultima azione è stata quella di avere scritto nel famoso format del sito del governo dove si chiedeva ai cittadini di denunciare gli sprechi e qui di seguito

30 aprile 2012

A chi ha sarà dato...

Navigando ho trovato questo video...da vedere e da ascoltare fino alla fine e magari da mettere in pratica se ci riuscite. Buona Visione....


28 aprile 2012

Non ho piu' voglia di scrivere...

Non ho piu' voglia di scrivere. Provo un immenso schifo per cio' che stiamo facendo alla nazione.
Ed il popolo del web sa soltanto postare commenti stupidi e qualunquisti sugli articoli pubblicati nei maggiori network.
Una volta la gente metteva in gioco la propria vita e le rivoluzioni si facevano in piazza e con moti popolari e si vincevano e ci si liberava dall'usurpatore. Oggi si posta un commento, ci si disconnette da Internet e si va in discoteca a Sballare o a fare il week end in qualche posto alla moda. E nessuno prende sul serio nessun altro e la gente inascoltata si suicida se non ha i mezzi per reagire e ricominciare.

Si parla e si aspettano le prossime elezioni come la panacea per tutti i mali, non considerando che saranno votati
gli stessi delinquenti che già in precedenti occulte alleanze hanno governato il paese.

23 aprile 2012

La carità non ha ore...

La Caritas Italiana è l'organismo pastorale della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) per la promozione della carità. Ha lo scopo cioè di promuovere «latestimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica» (art.1 dello Statuto).
È nata nel 1971, per volere di Paolo VI, nello spirito del rinnovamento avviato dal Concilio Vaticano II. Fondamentale il collegamento e confronto con le 220 Caritas diocesane, impegnate sul territorio nell'animazione della comunità ecclesiale e civile, e nella promozione di strumenti pastorali e servizi: Centri di ascolto, Osservatori delle povertà e delle risorse, Caritas parrocchiali, Centri di accoglienza, ecc.
Quali sono i suoi compiti?

21 aprile 2012

I Tempi che furono...

...quando l'amore era ancora magia...quando si ballava nelle feste in casa al suono delle musicassette e dei dischi 45 giri in vinile e si usavano le lampadine colorate per fare atmosfera ed il gioco del bastone era la scusa per scegliere con chi ballare...e rigorosamente non giravano alcolici...e non c'erano cellulari che squillavano ne' musica ascoltata con le cuffiette e non ci si parlava tramite Facebook...vorrei che i giovani d'oggi provassero le stesse emozioni e le stesse sensazioni anche solo per un momento...

15 aprile 2012

La prima comunità cristiana

"La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un'anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune. Con grande forza gli apostoli davano testimonianza della resurrezione del Signore Gesu' e tutti godevano di grande favore. Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perchè quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di cio' che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribuito a ciascuno secondo il suo bisogno. (da Atti degli Apostoli)."
Da qualche tempo ho preso l'abitudine di leggere qualche passo del Vangelo prima di dormire e questo passo mi ha molto colpito, perchè è tutto il contrario di cio' che succede oggi. Ho sempre lavorato nella mia vita,

9 aprile 2012

Il Limbo...

Per Limbo s'intendeva una particolare condizione delle anime che morti in Grazia di Dio sufficiente da non dannarsi ma senza la condizione necessaria per andare in Paradiso e la cui sorte era esclusivamente nelle mani di Dio.
In Italia vivono nel Limbo tutti i 50 enni disoccupati che non hanno sufficienti requisiti per andare in pensione e non hanno condizioni fisiche e/o familiari tali per ricevere aiuto dallo Stato.
Specialmente al Sud dove il lavoro nero lungi da essere stato debellato è sempre piu' incancrenito grazie alle intelligenti manovre del nostro amato governo tecnico, è ancora piu' difficile.
Se sei solo, non hai figli, non sei invalido, non sei inserito in alcun nucleo familiare...puoi morire.
Tutte le iniziative sono volte a fornire aiuti alle famiglie con figli e/o a chi ha piu' di 65 anni e quindi già in pensione.


3 aprile 2012

Allo Sbando sull'orlo del baratro....

...arriverà molto presto la spintarella che ci farà precipitare definitivamente giu'...

La situazione sta diventando insostenibile e tra notizie di spread su e giu' e pensioni che spariscono e posti di lavoro che saltano sta diventando sempre piu' difficile andare avanti.

Non volevamo piu' Berlusconi ed è stato fatto di tutto e di piu' per mandarlo via senza considerare che tutto questo che sta succedendo avrebbe anche potuto farlo Lui, Io o Ciascuno di chi legge.
Non ci voleva mica un Tecnico per togliere il pane agli affamati.

E' facile sistemare le cose togliendo di qua e di la, difficile è sistemare cinquantanni  di ladronerie e imbrogli
in una Italia dove la classe politica ha sempre rubato, senza penalizzare il cittadino.