14 dicembre 2010

Colpo di Stato: il cittadino non conta...

Io ho votato questo Governo ed io voglio che continui il suo mandato fino alla fine ma...
in questo preciso momento ore 11,17, alla Camera del Parlamento Italiano è in corso un vero e proprio colpo di stato, camuffato da un non so ben quale principio democratico, verso l'attuale Governo scelto e votato dal popolo italiano.
La seduta presieduta dal traditore e giuda Onorevole (?) Fini è scenario di interventi disgustosi e falsi effettuati da onorevoli (?) che non hanno a cuore le sorti del paese ma solo quelle della propria tasca.

L'odio verso Berlusconi è cosi' acceso che a loro non importa mandare a rotoli un paese intero. Non sono riusciti nel loro intento dell'eliminazione fisica ad opera del pazzo, non sono riusciti nel loro intento sobillando e destabilizzando le masse e adesso tutti alleati, fascisti e comunisti, contro chi odiano: Berlusconi.

Che schifo. Il disgusto e l'impotenza mi fanno star male. Prepariamoci a tempi bui e confusi.

Un altro medioevo sta per arrivare. Se cade il Governo Berlusconi possiamo espatriare in massa tanto è
inutile, il cittadino non conta nulla. Ricomincerà il disordine e il clientelismo.

Della serie " acchiana u patri cu tutti i so' figghi" (detto siciliano che indica casino).

Qualcuno mi aggredirà ma....mi vergogno di essere italiana come Bersani, Di Pietro, Casini, Fini, D'alema e
tutti gli appartenenti alla Banda Bassotti, falso e corrotti e smaniosi di potere.



Rossella

Nessun commento:

Posta un commento