4 febbraio 2010

Vado a fare la cubista. Casalinga sull'orlo di una crisi di nervi

Basta non ne posso piu'...non trovo una badante per mio padre perchè sono vecchie e care...dopo aver mandato le figlie in Italia adesso c'è la calata delle madri...sono care e quelle che si contentano di una paga normale hanno qualche problema occulto...ne ho cambiate 4...
Ed io non posso piu' fare la casalinga, la badante, l'infermiera, la cuoca, la cameriera, la public relations. Oggi un
amico mi ha detto che sn una massaia perfetta e... come mai nn avevo qualcuno accanto?...cerco ancora l'anima gemella...e voglio che sia consapevole che non ho piu' intenzione di fare la casalinga...per cui sappia che non ci saranno divani su cui stravaccarsi...piuttosto vado a fare la cubista...
La giornata di oggi? Ascensore guasto...quattro piani a piedi carica di sacchetti...Citofono guasto...per un contatto elettrico chi suona ad un qualsiasi inquilino, il citofono squilla per tutti.
Immaginate la vita di un palazzo...sono stata tutto il pomeriggio a rispondere al citofono.
A questo aggiungiamoci, il genitore che chiama continuamente con le sue diecimila esigenze e che vuole anche chiacchierare, i panni da stendere e da rientrare asciutti, i pasti da preparare, i letti da rifare, la casa da pulire...il telefono che squilla...la vicina che bussa...fermate il mondo voglio scendere...
Trascuro i miei interessi...rubo i minuti per collegarmi su Internet, non vedo piu' nessuno e la sera crollo sul letto talmente stanca che nn riesco neanche a leggere una pagina ed il tempo, il mio tempo sta trascorrendo e scorrendo cosi'...
E poi mi chiedo come s'inserisce la Legge di Attrazione in tutto questo...magari qualcuno mi dirà che è colpa mia se vivo tutto questo...
Basta non ne posso piu'...
Ho deciso. Se non trovo un lavoro fuori casa entro giugno, VADO A FARE LA CUBISTA...saro' una cubista vecchietta ma almeno non sarò una perfetta massaia "scoppiata"...

2 commenti:

  1. Purtroppo è questa la condizione della donna. Si parla di emancipazione, di evoluzione, di parità dei diritti....
    ...e poi l'uomo continua a fare sempre quello che gli va mentre la donna è costretta a fare tutto il resto. Meglio fare i soldi e se necessario va bene anche fare la cubista. se c'è un posto in più chiamami.

    RispondiElimina
  2. Eheheheh...tranquilla...ti tengo in considerazione...:-)

    RispondiElimina