25 gennaio 2010

Subire...o Reagire? San Brunetta aiutaci tu...

Secondo una Legge Regionale (ex art. 10 della legge regionale n. 10 del 31 luglio 2003) i nuclei familiari  con anziani non autosufficienti o disabili gravi possono essere aiutati economicamente o nei compiti di cura da un intervento chiamato Bonus Socio Sanitario che si distingue in “buono sociale” finalizzato a sostenere economicamente le famiglie nei compiti di cura, e
“buono di servizio” per l’acquisto di prestazioni domiciliari socio-sanitarie.

Non avevo mai partecipato nonostante l'invalidità grave di mio padre ma un bel giorno mi sono decisa ed ho presentato la regolare domanda corredata da tutti i documenti richiesti. E sono entrata in graduatoria con parere positivo. E fin qui tutto a posto. Ma sapete quando ho presentato la domanda? OTTOBRE 2008.
Sapete quando è stata redatta la graduatoria provvisoria? DICEMBRE 2009.
Sapete a chi fa capo questa operazione? Al Comune di Palermo...chiamato in questo caso Comune Capofila, perchè logicamente la Regione invece di erogare a ciascun comune affida tutto al Comune Capofila che provvede a fare la suddivisione dei Pani e dei Pesci e siccome come si dice qui da noi : Cu Sparti Avi Ha Megghiu Parti...(ndr. Chi divide ha la migliore parte) qualcuno ci mangerà...

Stamattina ho telefonato per sapere come è finita e sono stata fortunata perchè sono riuscita a parlare con il dirigente dell'ufficio e la risposta agghiacciante è stata "Ci sentiamo a Fine Febbraio"...ancora non hanno neanche fatto la graduatoria definitiva...e sono trascorsi 15 mesi...

Ora mi chiedo: Perchè dare un aiuto o un contributo ad un Utente e farlo aspettare 15 mesi? Che razza di aiuto è?

Brunetta? Dovrebbe istituire squadre armate e girare tutta Italia perchè tra ferie, traslochi, agitazioni sindacali, malattie, funzionari "fuori stanza", bilanci e controbilanci, per un lavoro che si potrebbe svolgere in 30 giorni s'impiegano 24 mesi.
Eh si perchè non è finita qui...quando finalmente il Comune Capofila distribuirà le somme ai vari comuni ...dovremo aspettare ancora...ancora....ancora...

Che Dio istituisca un Paradiso a parte per gli impiegati pubblici...non vorrei ritrovarmi nell'aldilà con qualcuno di loro...

E' dura molto dura essere dalla parte del Cittadino ed ancora piu' dura del Cittadino che ha bisogno.

5 commenti:

  1. ogni commento è superfluo, putroppo questo è l'andazzo e cambiare e difficilissimo

    RispondiElimina
  2. Finchè la penseremo tutti cosi' non succederà mai nulla. Il cambiamento dipende da noi...

    RispondiElimina
  3. Nulla di nuovo, ho visto quanto c'è voluto nel prendere l'accompagnamento di mio padre....nel frattempo se ne andato......, è una vergogna!

    RispondiElimina
  4. guarda posso solo dirti che nel nostro Paese i disabili sono considerati come un peso.
    Io sono invalida e percepisco pensione ed accompagnamento.
    Vengo chiamata ogni 2 e 3 a visita di controllo.
    I falsi invalidi spopolano ed i veri ci vanno per sotto.
    Il mio ragazzo (invalido anche lui) ha dovuto aspettare anni per andare a visita medica ed alla fine gli hanno dato il minimo...
    Il mio consiglio?
    Chiama striscia...

    RispondiElimina
  5. Ho provato, ho mandato email e provato a chiamare ma non mi hanno dato retta. evidentemente il mio problema non farebbe audience...

    RispondiElimina