23 settembre 2009

Gli orrori della Guerra. Delle Guerre...

"Un giorno dello stesso mese di Giugno, Giti tornava a casa da scuola in compagnia di due compagne di classe. A soli tre isolati da casa, le ragazze furono colpite da un razzo. Piu' tardi quello stesso giorno, Laila venne a sapere  che la madre di Giti era corsa su e giu' per la strada dove la figlia era stata uccisa,
urlando come una pazza e raccogliendo nel grembiule brandelli di carne ed ossa. Il piede destro di Giti, ancora dentro la calza di nylon e la scarpa di tela viola, ormai in stato di decomposizione, sarebbe stato trovato due settimane dopo sul tetto di una casa.
Alla Fatiha di Giti, il giorno dopo il massacro, laila si trovo' come inebetita in una stanza piena di donnepiangenti. Era la prima volta che moriva una persona che conosceva, cui era stata legata da amicizia, che aveva amato. Non riusciva a darsi ragione dell'insondabile realtà che Giti non c'era piu'. Giti, con la quale in classe aveva scambiato bigliettini, cui aveva dipinto le unghie e strappato i peli sul mento con le pinzette. Giti che stava per sposare il portiere Sabir. Giti era morta. Morta. Fatta a pezzi. Alla fine, Laila incomincio' a piangere per la sua amica. E sgorgarono dai suoi occhi tutte le lacrime che non era riuscita a versare al funerale dei suoi fratelli."
Brano tratto da "Mille Splendidi Soli di Khaled Hosseini"

Gli orrori dell'Afghanistan...gli orrori della guerra...di tutte le guerre...combattute non per un ideale ma per gli enormi ed incredibili interessi che si celano dietro l'economia basata sul traffico di armi.
Le guerre combattute sterminando gente inerme sono la cosa piu' ignobile che esista.

A nessuno interessa la Pace. Nella Pace le Economie Mondiali andrebbero in sofferenza e crollerebbe un grande immenso business. Se i Governi volessero veramente la Pace troverebbero il modo per ripristinarla in quei posti dove non esiste, estirpando ed eliminando chi attenta a tale pace.

Nessun commento:

Posta un commento