4 agosto 2009

Superenalotto. Jackpot scandaloso insulto per gli indigenti.

Non sono d’accordo sull’azzardo statale, sulla pubblicità televisiva e non, incentivante il gioco d’azzardo statale.
Lo Stato Italiano favorisce il gioco d’azzardo, incita e lo legalizza. Si perchè è scandaloso che gli Italiani nel miraggio di una “improbabile vincita”
giochino febbrilmente sperando di cambiare la loro vita.
Il jackpot ha raggiunto l’impossibile quota di 115 milioni di euro. Una cifra che sfugge a qualunque immaginazione.
Impossibile spenderli o immaginare come spenderli. Ho provato ad immaginare cosa farei io con tutti questi soldi, ma la mia piccola mente borghese non arriva a concepire bisogni nè desideri per 115 milioni di euro.
Non mi interessa la ricchezza, non m’interessa il potere. E non si compra l’Amore nè la Salute. Forse potrei comprare la Libertà.
Ecco si la libertà. Assumerei una badante per ritornare ad essere libera.
E’ semplicemente scandaloso. Cosa piu’ civile sarebbe ricostituire un jackpot piu’ normale ed il resto dividerlo a tutti i nuclei familiari con redditi sotto i 10.000 euro annue. Non credo sia giusto consegnare una tale cifra ad un singolo o tuttalpiu’ ad un esiguo gruppo di singoli che magari hanno giocato un sistema come già avvenuto altre volte.
Questo dovrebbe fare uno Stato presente e sensibile ai bisogni dei suoi cittadini. Ma è utopia. Lo stato incassa e s’ingrassa. E paga stipendi da favola ai suoi parlamentari. Mentre è piu’ probabile che un meteorite colpisca la terra piuttosto che esca la “sestina” vincente. Ho la nausea. E mi sento terribilmente sola. Isola sperduta in un mare di “spazzatura”.

Nessun commento:

Posta un commento