29 agosto 2009

Mi chiedo...ma a parte me chi caspita...

Ovunque impazzano, sul web e sui canali nazionali, specialmente su Mediaset (definita di parte), le critiche a Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio. Critica e Satira hanno trovato di che nutrirsi e nelle vignette molto esilaranti che
fanno divertire i bimbi scemi ha sostituito il piu’ rappresentato collega Giulio Andreotti.
Si dice di tutto su Silvio Berlusconi, colluso di mafia, mandrillo, donnaiolo, che insegue le ragazzine, corrotto e corruttore ma mi chiedo…perchè a questo punto la domanda sorge spontanea…mi chiedo…a parte me chi l’ha votato?
Perchè devono essere stati in parecchi a votarlo e magari proprio i deficienti che oggi lo criticano, se oggi LUI è il Presidente del Consiglio. Oppure…oppure forse quei deficienti che criticano e sbeffeggiano lo fanno con tutti quelli che vanno al “Potere” ? Ma no… poveretti hanno scoperto solo ora che l’uomo che hanno votato non era degno.
A questo punto penso che noi Italiani siamo talmente tanto imbecilli e pecoroni e bandieruole al vento…si siamo bandieruole al vento da sempre, abbiamo sempre piegato la schiena assoggettandoci a tutte le dominazioni possibili ed immaginabili…che andremo sempre a criticare chi sta al Governo.
Oggi c’è Berlusconi e lo critichiamo perchè tutti fanno cosi’. Domani ci sarà (speriamo mai mio Dio) Franceschini e lo criticheranno. Domani l’altro ci sarà un altro e cosi’ via…
Navigando ho letto su un Blog che, tornando in Italia dall’estero si ha un senso di oppressione e di sporco sempre come velata accusa ad un Governo inefficiente.
Ma ci rendiamo conto una volta e per tutte che l’Italia siamo noi Italiani? Che lo sporco siamo noi?
Noi siamo mafiosi, arroganti, volgari, sporchi, privi di senso civico, siamo un esercito di cavallette in un campo.
Siamo noi l’Italia. l’Italia non è una entità a se stante. L’Italia siamo noi.
Un piccolo paese in provincia di Caltanissetta in Sicilia, Mazarino, stava per perdere il proprio ospedale.
Gli abitanti unendosi con manifestazioni e occupazioni sono riusciti a prorogarne la chiusura.
Gli altri cosa fanno? Cosa facciamo tutti per il paese in cui viviamo? Niente, assolutamente niente.
Ci lasciamo trascinare da facinorosi destabilizzanti e pur di scroccare un giorno di vacanza manifestiamo per cose di cui non ci importa un fico secco.
Siamo assolutamente privi di senso civico e di senso della Patria. Per noi Patria sono solo venti burattini super pagati che sgambettano rincorrendo un pallone.
E quello che mi fa paura e che andrà sempre peggio. Perchè i blogger che scrivono sul senso di oppressione al rientro in Italia cosa insegneranno ai loro figli?

Nessun commento:

Posta un commento