12 agosto 2012

Libidine e Trasgressione

Si potrebbe fare un romanzo sui termini Libidine (lett. appetito disordinato di lussuria ed altra cosa) e Trasgressione. Spesso si usano a sproposito e quasi sempre legati al sesso, ma trasgredire libidinosamente lo si puo’ fare in tanti modi.
La giornata è caldissima, le persiane socchiuse lasciano fuori il riverbero accecante del sole e mantengono in casa una piacevole frescura, tutto è silenzio nelle ore che precedono il pomeriggio e si sente lontano il frinire di una cicala, in qualche angolo verde che ancora impavido resiste all’invasione del cemento. Non mi va di fare nulla, impigrita e indolente, ho in mente soltanto la mia trasgressione, cerco di scacciarla e resistervi ma imperiosa tortura la mente. D’improvviso mi decido e faccio “quella” telefonata…

squilla solo una volta quasi come Lui dall’altra parte conoscesse il mio desiderio imperioso e aspettasse la mia telefonata…
Quindici minuti e in risposta il suono del citofono. L’ansia mi stringe la gola e la mia bocca è secca per l’emozione… Apro la porta… e cio’ che attendevo con golosa voracità è li…davanti a me…
Furiosamente e freneticamente lo trascino in cucina, prendo un cucchiaio e lo affondo nel migliore, freschissimo, succulento, sensuale…Gelato di Fragole che abbia mai mangiato in vita mia…



Ho trasgredito libidinosamente e la mia dieta ha subito un duro colpo…:-))


Nessun commento:

Posta un commento