24 luglio 2009

Esenzione Ticket. Fregatura in Sicilia

Dopo essermi scontrata con la Social Card gentilmente concessa dal Governo Italiano ai “morti di fame” , elemosina istituzionalizzata e non percepita perchè pur avendo un reddito sotto la sopravvivenza il soggetto (mio padre) nel 2007 ha percepito reddito da indennità d’accompagnamento, indennità che gli è stata tolta nel 2008 e che non dovrebbe cumulare in quanto in teoria (molto in teoria) dovrebbe servire per

21 luglio 2009

Le ferite dell'anima

Il Tempo nemico inclemente e crudele lascia le sue ferite, cicatrici profonde che sanguinano al minimo tocco avventato. E’ strano come le ferite del corpo, quelle visibili, vengono subito curate, un osso s’ingessa, un organo malato si asporta o si trapianta. La “bua” viene subito e pietosamente curata e coccolata. Ma le ferite dell’anima no. Invisibili e trascurate, a volte derise,

19 luglio 2009

Non voleva e non vuole

Non voleva e non vuole ricascarci. Non vuole le inutili attese e le malinconie appresso a qualcosa che non esiste. Non vuole e non s’ illude. Non ha piu’ vent’anni ed oggi vede le cose per quelle che sono e le persone per quello che sono. Ma…indubbiamente c’è il sentimento…c’è la confidenza…c’è la fiducia…ma c’è anche la paura…

16 luglio 2009

La scatola

La scatola non è molto grande. E’ una scatola che originariamente conteneva gelati. Misura 12×16x23 ed è piena di documenti. Certo non potrebbe contenere altro e lei l’ha visto quando lui le ha chiesto se poteva lasciargliela. Lui è andato via e lei è rimasta

10 luglio 2009

Cucinare in Economia. La caponata di melanzane

Detesto fare la casalinga. Detesto la routine dei gesti sempre uguali. Cerco di movimentare la situazione ma rimane sempre la stessa e solita minestra. Detesto cucinare in economia, dovermi preoccupare e stare attenta a non sforare il budget che non ho. Continuando cosi’ credo che diventero’ una esperta di economia…
Oggi ho avuto la felice idea di preparare un tipico piatto estivo, siciliano: La caponata di Melanzane.
Non l’avessi mai fatto. La temperatura è stata torrida.

6 luglio 2009

Il senso del dovere

Prigioniera. Chiusa in casa. Prigioniera. Il senso del dovere, l’amore di figlia, la pietà e la saggezza sono i miei carcerieri.
Mio padre ha ottantanni e non posso abbandonarlo. Soffre di una grave insufficienza respiratoria che lo costringe ad una terapia d’ossigeno permanente. Qualunque movimento fisico lo stanca. Gli rimango solo io. Anche se siamo quattro figli gli rimango solo io e preferisco essere prigioniera del dovere